Giovane donna

Poesia di Adriana Sabato

Scendono lacrime
Sento i gemiti di te che sei
vittima di assurdi carnefici

Sento il tuo pianto
Tocco i tuoi pensieri
Rivolti ai tuoi figli
Per l’ultima volta, un’ultima volta
Mentre tutto diventa rovente
Mentre tutto scoppia

Anche il tuo cervello
Impazzito
Incredulo
Inaspettato occhio dell’ultimo tuo respiro
Il tuo pensiero estremo
Sarà per i tuoi figli
Per i tuoi amori
Per le promesse
Che non hai potuto mantenere

Sei un fiore spezzato
Una piccola pianta che non sarà mai albero
Un’alba senza tramonto
Sei andata via ma
Sei ancora con noi
Che ti amiamo
E aspettiamo
Il tuo ritorno
Da lassù

I tuoi grandi occhi
Ci Guardano
Ci seguono
E ci accarezzano ancora

La tua anima è in pace

Post correlati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: